INCIDENTE STRADALE: COME COMPORTARSI?

Condividi:

Come ci si deve comportare nel caso di un incidente nel quale siano state coinvolte solo le “cose materiali”, senza alcun danno alle persone

In questo articolo tratteremo i consigli su come comportarsi in un caso molto specifico: in seguito ad un incidente si sono verificati solamente danni alle cose, per intenderci alle autovetture o motocicli o altri beni materiali, ma tutte le persone stanno bene e non hanno riportato danni o malesseri a causa dell’incidente.

 

Ne parleremo chiaramente in termini generali: ogni caso dovrebbe altrimenti essere valutato nello specifico con valutazioni ad hoc.

 

Faremo però chiarezza sugli step da seguire per fare le cose al meglio.

 

  1. SCONGIURARE LA POSSIBILITÀ CHE POSSANO AVVENIRE ALTRI INCIDENTI

 

Il punto di partenza è: in seguito all’urto si è potuto constatare che non sono stati riportati danni alle persone.

 

Dal punto di vista della legge, questo implica che come prima cosa si siano eseguite le seguenti attività: aver indossato la pettorina di sicurezza, aver posizionato il triangolo per segnalare che vi è un’area di pericolo e quindi aver potuto constatare insieme alla controparte (se coinvolta) che non vi siano stati danni alle persone.

 

Che l’incidente sia avvenuto in autostrada, presso strade statali o aree di parcheggio, la seconda considerazione a cui prestare attenzione è quindi che i veicoli coinvolti nell’incidente rappresentano un ostacolo per gli altri guidatori e quindi potrebbero, a loro volta, causare altri incidenti anche di gravità superiore.

 

 

  1. RIMUOVERE L’INGOMBRO

 

I veicoli coinvolti rappresentano un ingombro della strada e quindi devono essere rimossi il più velocemente possibile.

 

Può sembrare strano, ma questa azione deve essere effettuata nel minor tempo possibile, per permettere al traffico di proseguire a fluire in modo regolare e prevenire, ancora una volta, la possibilità che possano verificarsi altri incidenti.

 

I veicoli devono perciò essere spostati fuori dalla carreggiata, se ve ne sono le possibilità, altrimenti il più possibile sul lato destro della carreggiata o strada.

 

Nel caso in cui questo non avvenga, qualora intervenga la Polizia per effettuare un controllo e la constatazione dell’accaduto, potrebbe multare i guidatori a causa dell’ingorgo creato che diviene fonte di insicurezza per altri guidatori.

 

Meglio quindi evitare liti in quel momento e seguire gli step indicati anche dalla legge.

 

 

CONSTATAZIONE DEI DANNI E CID

 

Qui entriamo in un campo che coinvolge due materie importanti: il codice della strada e l’assicurazione dei veicoli.

 

Ci limiteremo quindi a dare dei suggerimenti molto generali: è bene rivolgersi al proprio assicuratore di fiducia per poter ricevere maggiori delucidazioni e spiegazioni su come comportarsi al meglio.

 

Di solito, dopo l’incidente si procede con la compilazione del CID o “Constatazione Amichevole” (come compilare il CID), un modulo che viene rilasciato dalla propria assicurazione e che serve per certificare i danni e spiegare cosa sia accaduto.

Fatto questo, sarà poi compito delle reciproche compagnie assicurative occuparsi degli step successivi e del risarcimento dei danni.

 

Se però diviene difficile risalire alla dinamica dei fatti o la controparte tende a negare in parte o del tutto le proprie eventuali responsabilità, che secondo il vostro punto di vista sono invece chiare e presenti, è sempre consigliato chiamare le forze dell’ordine (Polizia Municipale o Polizia Stradale), i quali potranno accertarsi dell’accaduto e aiutare i guidatori coinvolti ad avere dei parametri più oggettivi su cui basare le proprie rimostranze in sede assicurativa.

Condividi:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *