FILTRO ARIA CONDIZIONATA: UN ELEMENTO ESSENZIALE

Condividi:

Non solo prima delle vacanze, il filtro per l’aria condizionata è fondamentale per la corretta e salubre gestione del clima in auto

Abbiamo già parlato in altri articoli di quanto la nostra nazione sia una delle maggiormente inquinate d’Europa: il picco di inquinamento si registra in Pianura Padana.

 

Stop alle auto nelle grandi città:

https://www.centrorevisioniauto.it/blog/inquinamento-stop-alle-auto/

Auto Euro 5 ed Euro 6:

https://www.centrorevisioniauto.it/blog/la-vostra-auto-euro-5-6/

Aria Condizionata:

https://www.centrorevisioniauto.it/blog/aria-condizionata-quanto-costa-la-nostra-salute/

 

Le nostre strade sono assediate da polveri sottili, gas di scarico, spore e germi vari.

Ogni sistema che si possa utilizzare per ridurre l’ingresso di questi agenti nelle nostre vetture incide sicuramente positivamente sulla nostra salute.

Tenere i finestrini chiusi è il primo passo.

In estate l’abitacolo potrà diventare bollente! Quindi meglio ricorrere all’aria condizionata.

Ed è qui che entra in gioco il filtro dell’aria: un buon filtro è capace di sbarrare al meglio l’accesso degli agenti nocivi e permetterci di vivere all’interno di un ambiente salubre.

Specie se associato ad un ricircolo dell’aria tra l’interno e l’esterno.

Il filtro agisce anche nel deumidificare l’aria, filtrandola, appunto, dall’umido.

Il filtro dell’aria è soggetto a invecchiamento rapido: deve essere controllato ogni anno, oppure, ogni 10.000 km per avere delle prestazioni ottimali.

Sia per verificare che sia pulito: i filtri sporchi sono carichi di batteri nocivi e possono funzionare poco bene, sia perché possono essere da sostituire.

Esistono poi diversi modelli di filtri dell’aria:

Filtri Particellari

Proteggono contro le particelle fini disperse nell’aria, le micro-polveri sottili, i pollini, le particelle da abrasione (freni e frizioni), le polveri stradali.

 

Filtri Combinati con carboni attivi

I filtri abitacolo combinati con carboni attivi, hanno le stesse caratteristiche e funzionalità dei filtri particellari, ma in più sono dotati di uno strato di carboni attivi, in grado di ridurre cattivi odori e gas pericolosi per la salute del conducente e dei passeggeri.

Come funziona?
Gli agenti nocivi che passano attraverso i microscopici cunicoli dei granuli di Carbone si depositano sulle pareti.

Questo produce una reazione chimica grazie alle forze di Van Der Waalls: si creano legami fra le molecole inquinanti e quelle del Carbone, che fanno depositare le prime. È da notare che il Carbone Attivo ha anche un’azione antibatterica e antimuffa.

Qualunque soluzione scegliate, ricordatevi di igienizzare frequentemente il filtro dell’aria per una guida più salubre.

Condividi:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *