8 STEPS, PRIMA DI TIRARE FUORI LA MOTO DAL GARAGE

Condividi:

Consigli pratici da seguire prima di portare la moto su strada

La primavera è sbocciata e non vedete l’ora di far tuonare il motore della vostra due ruote?!

Ci sta!

Molti di voi sanno però che prima di potersi lanciare al galoppo è fondamentale aver fatto qualche verifica, dopo la pausa invernale, per constatare che sia tutto ok.

Vi riportiamo alcuni steps necessari.

 

  1. Controllo olio e liquidi motore

L’olio è il sangue del motore: lubrifica i componenti (es: alberi, valvole, cambio,) ed ha quindi molta importanza nel funzionamento e nella vita della moto.

Deve quindi essere cambiato periodicamente, affinché funzioni al top.

Di solito:

  • Dopo circa 10/15.000km;
  • Oppure dopo un lungo periodo di inattivitá

Quindi se la vostra moto è rimasta ferma per troppi mesi, è importante eventualmente effettuare un piccolo tagliando, sostituendo a questo punto filtro olio e olio, quest’ultimo è molto importante sceglierlo con accuratezza, accertandosi ti acquistare prodotti di qualità e con specifiche tecniche che rispecchiano le case costruttrici.

  1. Controllo impianto elettrico

Abbiamo già parlato lo scorso autunno dell’importanza delle batterie e di come si possa fare per mantenerle in buono stato, anche durante la pausa invernale.

Controllare l’impianto elettrico sarà facilissimo: partite dal check dell’impianto luci azionando frecce e freni.

Un po’ più difficile sarà controllare la batteria: essa necessita di un controllo davvero impeccabile, in quanto molte batterie perdono la loro carica dopo un lungo periodo inattivitá.

Se avete seguito uno dei nostri suggerimenti: (a) utilizzato un mantenitore di carica nel modo corretto, (b) staccato i cavetti, (c) messo in accensione la moto molto spesso per mantenere la batteria carica, tutto sarà ok.

In caso contrario, dovrete procedere all’acquisto di una nuova batteria, in quanto le reazioni elettrolitiche avranno deteriorato la batteria presente. Anche qui come nel punto precedente scegliere una batteria di qualitá Originale non vi darà sorprese.

 

  1. Stato delle gomme

Sono la parte della moto che va a contatto diretto con la strada: dal loro stato dipenderà una buona guida e soprattutto la vostra sicurezza.

Verificate quindi che non vi siano crepe o tagli e che il battistrada sia di almeno 1 mm (per legge) anche se per motivi di sicurezza dovrebbe essere di più.

Se uno di questi fattori è presente (battistrada inferiore al 1 mm o presenza di tagli o crepe) procedete alla sostituzione della gomma.

Verificate anche che la pressione sia ok, secondo quanto indicato dalla casa costruttrice,perché  di solito dopo un prolungato stop la pressione può diminuire.

 

  1. Rotazione delle gomme

Facendo ruotare le gomme, la rotazione avviene in modo fluido?

Se si è perfetto, altrimenti andrà verificato che cosa le “intoppi”.

  1. Impianto frenante

Pastiglie, dischi e pinze freno sono parti rilevanti dell’impianto frenante e pertanto va verificata l’usura.

Per controllare l’usura delle pastiglie basta verificare che la parte di materiale frenante a contatto con il disco sia presente e che non sia troppo usurato, altrimenti dovranno essere sostituite.

Diverso il controllo dei dischi che devono essere misurati nel loro spessore e occorre rispettare il valore minimo segnato sul disco stesso: se il valore che rilevate è inferiore al lavoro indicato, purtroppo dovrete sostituirli.

Ultimo, ma non meno importante, il liquido freni: ricordiamo che come tutti i liquidi e lubrificanti è soggetto all’età, quindi leggete e sul libretto di uso e manutenzione del vostro veicolo qual’è il periodo giusto per la sostituzione.

 

  1. La Trasmissione a catena

Qui vige una regola fissa: lubrificazione.

Composta da tre parti importanti “catena-corona-pignone”, la trasmissione è una parte molto importante, quanto delicata della propria moto.

I punti principali nel controllo della trasmissione sono: controllare il consumo dei “denti” di pignone e corona che devono essere tutti uguali e non logori e soprattutto non ne deve mancare nessuno, per quello che riguarda la catena invece va controllata sempre la lubrificazione e l’usura.

Per mantenere lunga la vita della propria catena consigliamo di pulirla e lubrificarla sempre ogni 2/3.000 km con prodotti dedicati.

  1. Controllo del carburante

Se non avete svuotato il serbatoio prima della pausa invernale (buona prassi per evitare che si sedimentino impurità, etc.), il nostro suggerimento è quello di svuotare il serbatoio della moto e poi utilizzate del carburante “nuovo” prima di rimettervi in moto.

 

  1. Partenza?

Aspettate ancora un attimo! 🙂

Se le fasi precedenti sono andate tutto al meglio oppure avete lavorato per ottimizzare i singoli passaggi, allora siete pronti per la partenza!

Ma, un ultimo suggerimento è…non partite subito a razzo.

 

La voglia di ripartire è altissima, però dobbiamo avere rispetto del sistema meccanico che è stato a riposo per svariati mesi.

Date perciò il tempo al motore e ai suoi componenti di riscaldarsi e inoltre avrete l’occasione di “ascoltare” il rumore della vostra moto.

Ripartite dolcemente e fate brevi percorsi: ne approfitterete anche per riprendere confidenza con la strada.

Condividi:

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *